• Home
  • Istituto
  • News
  • Inaugurazione esposizioni "L'esperienza dell'arte" e "Il modello Vivente"

16 marzo ore 10.00 inaugurazione della mostra "Oltre le apparenze" in Biblioteca Civica di Verona

 

Il Liceo Artistico di Verona è lieto di invitare Docenti, Studenti, Genitori all’inaugurazione della mostra Oltre le apparenze, che si terrà sabato 16 marzo 2019, alle ore 10.00, nella Protomoteca della Biblioteca Civica di Verona.

 

L’iniziativa nasce nell’ambito del forum organizzato dalla rivista letteraria “Anterem”, in occasione del “Premio Lorenzo Montano”, in collaborazione con la Biblioteca Civica di Verona.

Il tema prescelto, “Oltre l’immaginazione”, ha coinvolto numerosi studenti delle classi quarte e quinte degli indirizzi Arti Figurative, Architettura e Design Moda.

I lavori prodotti spazieranno dalla pittura, alla scultura, alla realizzazione di modellini architettonici, alla moda sperimentale, alle installazioni, alla performance, il tutto corredato da un ampio repertorio di fonti scritte, rendering, disegni progettuali anche grafici e modellini che mettono in luce i passaggi che hanno condotto all’opera finale.

I temi trattati riguarderanno il I muri dell’apparenza, Il doppio e il lato nascosto, L’apparenza, La metafora, L’introspezione, La dea delle apparenze, La nuova periferia, Rinascita e rigenerazione.

“Oltre le apparenze” è un tema che invita tutti noi, ragazzi e adulti, ad “andare oltre” la superficie delle cose. Ci invita ad immergerci in un mondo onirico, illusorio, simbolico, ad indagare “l’altro da sé”, il nostro lato nascosto, a cogliere le sfumature semantiche del termine “apparenza”, a creare metafore e quindi nuove analogie tra le cose, a creare nuove realtà, ci guida verso l’introspezione e l’autoanalisi, ci induce a sovvertire linguaggi tradizionali e regole consolidate, ci porta alla ricerca di nuovi volti da dare a luoghi degradati, dona nuova vita a una bellezza dimenticata ma eterna, stimola l’osservazione della realtà presente e a criticarne gli aspetti più superficiali e spersonalizzanti.

Una riflessione, quindi, che induce a scalfire i luoghi comuni per cogliere la complessità del nostro rapporto col mondo.                              

La mostra resterà aperta al pubblico dal 16 marzo al 15 aprile 2019.