• Home
  • Istituto
  • Alternanza Scuola Lavoro

Alternanza Scuola Lavoro

 

La legge 107/2015 (“legge della Buona scuola”) prevede per gli alunni di tutti i licei la partecipazione ad almeno 200 ore di alternanza scuola lavoro nel corso del triennio conclusivo del percorso di studio, realizzate anche nelle forme della “scuola-impresa”, della “bottega-scuola” e dell’ impresa formativa simulata.

Tale obbligo formativo vale a partire dalle classi 3^ dell’anno scolastico 2015/16.

La nostra scuola ha già sperimentato in passato alcuni percorsi di alternanza scuola lavoro. In seguito alla pubblicazione da parte del MIUR delle linee guida per l’alternanza, si è costituito al Liceo artistico un comitato scientifico composto dai sette docenti coordinatori di Dipartimento di indirizzo, dalla prof. Irene De Pace, referente di Istituto, dal prof. Graziano Stevanin e dalle professoresse di diritto Rita Potito e Grazia Fusco.

 

ASL Info per studentiComitato scientifico per l'alternanza scuola lavoro:

  • Dirigente scolastico: Mariangela Icarelli
  • Irene De Pace (referente)
  • Coordinatore del dipartimento di architettura: Lina Costantini
  • Coordinatore del dipartimento di arti figurative: Sabrina Soresini
  • Coordinatore del dipartimento di audiovisivo: Daniela Bressanelli
  • Coordinatore del dipartimento di design industriale: Stefano Manni 
  • Coordinatore del dipartimento di design moda: Antonia Biasco
  • Coordinatore del dipartimento di grafica: Luisa Fichera
  • Coordinatore del dipartimento di scenografia: Enzo Paiola
  • Rita Potito, , Graziano Stevanin, Grazia Fusco.

 

Gli incontri informativi

Abbiamo pensato di informare gli studenti, i docenti e i genitori sulle attività di alternanza, al fine di coinvolgere attivamente tutte le componenti in questa nuova dimensione dell’attività didattica, che è diventata strutturale nell’offerta formativa di istituto.

A questo scopo ogni anno viene organizzato un incontro, rivolto agli alunni e ai genitori del terzo anno, per fornire informazioni utili sui percorsi di alternanza attivati dalla scuola.

 

 ARTE IN ALTERNANZA
percorsi di alternanza scuola-lavoro per le classi terze, quarte e quinte del Liceo Artistico di Verona

 

Il Liceo Artistico di Verona realizza da anni forme di collaborazione con le realtà territoriali legate al mondo delle professioni, dell’arte, della cultura, dell’alto artigianato, offrendo significative opportunità agli alunni di confrontarsi con i lavori in ambito creativo, culturale e artistico.

Sono nati così i primi progetti sperimentali di alternanza scuola  lavoro, di workshop con esperti del settore e di stage estivi.

Con la legge 107, che vede  l’Alternanza obbligatoria  a partire dalle classi  terze dell'a.s. 2015/16, il Liceo Artistico ha integrato nel curricolo le esperienze di scuola/impresa - scuola/startup, scuola/bottega, alle quali si aggiungono gli stage estivi e in corso d'anno. Le attività di alternanza previste per le classi terze, quarte e quinte comprendono:

la realizzazione di progetti di scuola impresa nell'ambito creativo specifico di ciascun indirizzo. Tali progetti:

  • hanno una struttura flessibile e si articolano in periodi di formazione in aula e periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro in una situazione analoga a quella professionale. Gli alunni sviluppano un  progetto di tipo creativo e professionale in un rapporto di collaborazione con realtà del mondo del lavoro, volto a realizzare, attraverso un’esperienza autentica, un prodotto artistico reale, anche su committenza;
  • fanno parte integrante dei percorsi formativi personalizzati volti alla realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale del corso di studi;
  • prevedono accordi e convenzioni operative con aziende, ditte, enti culturali ed artistici, studi professionali  presenti sul territorio o artisti e liberi professionisti di fama nazionale e internazionale;
  • consentono sia la sperimentazione diretta del contesto lavorativo, sia la presenza delle imprese nella scuola, con esperienze di co-docenza, di coaching e di partnership.

attività di alternanza in realtà esterne ospitanti, prevalentemente nel periodo estivo di sospensione dell'attività didattica o in corso d’anno, compatibilmente con l’orario di lezione e gli impegni scolastici di studio.

attività di formazione e approfondimento sui temi dellasicurezza (entro il 1^ quadrimestre della classe terza, su piattaforma Scuola & Territorio), lezioni sulla privacy (entro la conclusione del terzo anno), corsi, workshop, lezioni sul diritto d’autore e sulle professioni artistiche ecc. 

attività di orientamento alla scelta post-diploma rivolte soprattutto agli alunni di quinta e di quarta (incontri con testimoni d'impresa, master di orientamento, progetto Itinera ecc.).

Le attività di alternanza prevedono:
  • momenti di formazione specifici;
  • coinvolgimento dei consigli di classe;
  • visite in aziende, studi, agenzie;
  • incontri con esperti;
  • attività d'aula, di laboratorio, di lavoro in/con realtà esterne;
  • individuazione di Tutor interni ed esterni,
  • accordi e convenzioni con imprese, ditte,  teatri, agenzie pubblicitarie, musei, case editrici, studi professionali, committenti.
 

I nostri strumenti di lavoro e documentazione

Mettiamo a disposizione in questa pagina del sito:

  1. Normativa di riferimento e materiali di approfondimento.
  2. Modello di convenzione con il soggetto ospitante/partner (da personalizzare, se necessario).
  3. Un esempio di progetto cui far riferimento.
  4. Power point degli incontri informativi rivolti agli alunni e ai genitori.

Tutti gli altri strumenti di progettazione e documentazione, in particolare:

  • Scheda per presentare il progetto di alternanza scuoa lavoro in scuola impresa,
  • Scheda didattica da allegare al progetto, con la descrizione nel dettaglio del percorso ASL (sia le attività a scuola, sia le attività in azienda),
  • Patto formativo che l'alunno e i suoi genitori dovranno sottoscrivere,
  • Attestato conclusivo di partecipazione con certificazione delle competenze, da inserire nel fascicolo dell'alunno,

sono riservati ai docenti e reperibili nell'area riservata del sito (Docenti - modulisitica).

Il bottone azzurro ASL INFO PER GLI STUDENTI contiene invece tutti i materiali utili per gli alunni impegnati in alternanza. Vi si accede anche dal menù a tendina STUDENTI.

Il Liceo Artistico utilizza l'area del registro elletronico "Scuola & Territorio" riservata all'alternanza e alla documentazione dei percorsi. 

 

ALLEGATISize
explore subfolder image 1. Circolari e Linee guida del Liceo Artistico di Verona sull'alternanza
An Adobe Acrobat file 114 P Linee guida per l'Alternanza scuola lavoro del Liceo Artistico di Verona.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 580.5 KB
An Adobe Acrobat file 127 R Richiesta attività formazione ASL sugli aspetti giuridici delle professioni artistiche.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 367.7 KB
explore subfolder image 2. Incontri informativi sull'alternanza scuola lavoro del Liceo Artistico di Verona
An Adobe Acrobat file Incontro_alternanza_alunni 3^_2017_18.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 808.02 KB
explore subfolder image 3. Esempio di progetto e scheda didattica del Liceo Artistico di Verona
An Adobe Acrobat file Esempio di scheda didattica 3G Liceo Artistico di Verona.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 637.07 KB
An Adobe Acrobat file Esempio di scheda di progetto ASL 3G Liceo Artistico di Verona.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 635.73 KB
explore subfolder image 4. Normativa di riferimento e materiali per approfondimento
An Adobe Acrobat file DD 936 15 settembre 2015.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 1.39 MB
An Adobe Acrobat file DM 435_2015_art_7.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 11.35 KB
An Adobe Acrobat file Decreto_lgs_77_2005.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 103.23 KB
An Adobe Acrobat file Guida_Operativa_ASL.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 1.31 MB
An Adobe Acrobat file guidaASLinterattiva.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 1.06 MB
explore subfolder image 5. Guide sull'alternanza pubblicate dall'Ufficio Scolastico Regionale
An Adobe Acrobat file Pubblicazione Alternanza USR 2004.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 1.59 MB
An Adobe Acrobat file Pubblicazione Alternanza USR 2005.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 3.62 MB
An Adobe Acrobat file Pubblicazione Alternanza USR 2007.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 1.03 MB
An Adobe Acrobat file Pubblicazione Alternanza USR 2008.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 1.62 MB
An Adobe Acrobat file Pubblicazione Alternanza USR 2009.pdf Download Preceding File Preview in Google Docs Viewer 4.87 MB

 

 Percorsi di scuola impresa realizzati dal Liceo Artistico di Verona

 

anno scolastico 2017/18

CURATORE D’ARTE Attività di laboratorio e progettazione di un evento espositivo finale per avvicinare gli alunni alla figura del curatore d'arte. Alunni: gruppo di 14 studenti del triennio. Durata: 30 ore. In collaborazione con l’ Associazione culturale “Vernice contemporanea”.

Descrizione sintetica dell’azione: L’azione “Curatore d’arte” prevede un’attività formativa, laboratoriale ed esperienziale con la supervisione di un professionista del settore, l’artista informale Massimo Casagrande. Grazie alla sua struttura con forte orientamento alla pratica, è rivolto a chi si avvicina per la prima volta al settore organizzativo dell’arte e prevede l’elaborazione di un catalogo e l’organizzazione di una mostra-evento finale.da parte degli alunni coinvolti. Il curatore di mostre è un professionista che si occupa di tutti gli aspetti legati all’ideazione e organizzazione di esposizioni artistiche, mostre ed allestimenti temporanei in genere. Svolge il ruolo di ideatore e coordinatore, definisce i contenuti della mostra, invita gli artisti e sceglie le opere da esporre, come e quando esporle e la location in cui si svolgerà l’evento, coordina le operazioni tecniche di trasporto e montaggio e di tutte le fasi burocratiche e amministrative. Si occupa della pubblicazione del catalogo e la brochure, analizza i costi per la realizzazione dell’evento e ricerca fonti di finanziamento. Inoltre si occupa della progettazione del piano di comunicazione e della promozione dell’evento. Gli studenti maturano le competenze trasversali e professionali relativi a questa figura.

Obiettivi principali dell’azione: promuovere e diffondere tra gli studenti la figura professionale del curatore d’arte, informare i ragazzi delle opportunità che offre tale attività, anche con procedimenti operativi, soprattutto quelli che intendono proseguire il loro percorso nell’ambiente artistico ed espositivo.

 

IL TEATRO IN CLASSE Attività di progettazione scenografica per il cinema e la tv, in computer grafica. Comprende visite a teatri e ai laboratori dell'Ente Lirico Arena di Verona e la progettazione di costumi di scena. Alunni: 3I e 3C scenografia. Durata 60 ore. In collaborazione con La Piccionaia S.C.S. Vicenza.

Descrizione sintetica dell’azione: L’azione è volta 1) alla comprensione e alla progettazione di scenografie multimediali attraverso l’utilizzo di computer grafica; 2) alla conoscenza approfondita delle tecniche di funzionamento dei teatri e della costruzione di scenografie per opere teatrali; 3) alla produzione di abiti per la commedia. Il risultato del percorso di scuola impresa saranno la realizzazione multimediale di un prodotto scenografico, la progettazione dei costumi per l'opera “La vedova allegra”, presentati entrambi al pubblico nella Galleria aperta del Liceo. L'azione di scuola impresa si sviluppa in collaborazione con l'Associazione La Piccionaia S.C.S. di Vicenza, che opera nell'ambito teatrale e prevede numerose visite a laboratori teatrali e prove generali d'opera, successivamente rielaborate dagli studenti nel laboratorio di scenografia del Liceo Artistico.

Obiettivi principali dell’azione: Potenziare il pensiero creativo e le competenze espressive in ambito scenografico attraverso un approccio laboratoriale e operativo; far vivere e scoprire agli studenti le strutture e il funzionamento del teatro, conoscendo il linguaggio dell’opera, in particolare attraverso l’analisi dell’opera “La vedova allegra”. Produzione di un progetto di scenografia per il cinema e la tv attraverso l’utilizzo di computer grafica

 

RIARCHITETTURA- SCUOLA IN CANTIERE:conoscenza degli orientamenti dell’architettura/urbanistica, con visite e attività in cantiere. Comprende il rilievo di un esempio architettonico di importanza storica e la proposta di un progetto di riqualificazione. Alunni: 3E - 3F architettura e ambiente. Durata 66 ore. In collaborazione con E.S.E.V. VR.

Descrizione sintetica dell’azione: L’azione prevede 1) la costituzione di un tavolo di coordinamento, formato dai soggetti promotori (Liceo Artistico ed ESEV- CPT) e dagli altri soggetti interessati (esperti esterni) con il compito di pianificare le fasi progettuali, di intervenire per quanto di competenza nella loro realizzazione, di monitorarne l’andamento e di effettuare la valutazione finale delle attività; 2) l’individuazione, all’interno del tavolo di coordinamento, degli ambiti di interesse per gli studenti anche in relazione ai piani annuali di materia ed ai moduli didattici effettivamente svolti; 3) la realizzazione di interventi in classe da parte di esperti finalizzati all’acquisizione di competenze specifiche sugli temi individuati da parte degli studenti nell'ambito della riqualificazione urbanistica e architettonica; 4) l’organizzazione di visite in cantieri o in contesti lavorativi del settore edile riferiti agli ambiti individuati con l’obiettivo di permettere agli studenti di sviluppare realmente la loro conoscenza sul campo, in stretto contatto con le maestranze, in una forma di apprendimento autentico ed esperienziale; 5) la valutazione delle lezioni in classe con recupero e condivisione degli aspetti più significativi osservati nei contesti lavorativi; 6) l’individuazione di un sito (una parte di edificio, uno spazio aperto, ecc.) di spessore architettonico rilevante, che offra la possibilità di operare nel processo di apprendimento pratico; 7) la realizzazione del rilievo di tale esempio architettonico di importanza storica, con la catalogazione e produzione degli elaborati grafici /fotografici/ plastici nonché della proposta di un progetto di riuso/riqualificazione. Tale esperienza di scuola impresa, che si conclude con un risultato concreto finale, consente di affinare competenze trasversali e professionali.

Obiettivi principali dell’azione: Accompagnare gli studenti nella conoscenza diretta dei diversi filoni nei quali si sta orientando il settore dell’architettura/urbanistica, quali
  • la valorizzazione ed il recupero dell’esistente patrimonio artistico e architettonico della città (restauro e ristrutturazione dello storico),
  • l’impiego delle nuove tecnologie e delle normative più recenti (bioedilizia, termica, acustica, domotica, sismica, ecc.),
  • conoscenza delle rigenerazioni urbane ( ad esempio il recupero ed il rilancio di Verona sud, la riqualificazione dell’Arsenale, delle mura e della zona limitrofa alla chiesa di S. Giorgio ecc.)
  • conoscenza delle nuove progettazioni (BIM), delle problematiche relative al dissesto idrogeologico (la gestione del territorio e gli interventi di prevenzione),
  • approfondimento dei temi della sicurezza in cantiere tramite la realizzazione di un percorso che, avviato in aula, porti a visite in cantiere ed in siti lavorativi del settore edile appositamente individuati allo scopo di permettere agli studenti di iniziare a cogliere e riconoscere criticità, problematiche e possibilità di intervento e risoluzione delle stesse,
  • accompagnare gli studenti nella realizzazione di un percorso “pratico”, da svolgere con il tutor aziendale garante (ESEV-CPT), insieme ai tutor scolastici, in collaborazione con un Ente competente di Verona (Ufficio tecnico Comunale, Soprintendenza ai Beni Culturali, ecc.).  

 

IL CARTIGLIO – IMPAGINAZIONE ED EDITING Operando come una vera e propria agenzia pubblicitaria e di comunicazione la classe si occupa dell’impaginazione e dell’editing del giornale scolastico “Il Cartiglio”. Alunni: 3G grafica. Durata 48 ore. In collaborazione con ADF GRAF S.R.L. VR.

Descrizione sintetica dell’azione: Gli alunni, operando come un vero e proprio studio di grafica, seguiti dai docenti e da un grafico professionista esperto nel settore della stampa digitale, incontrano il committente, cioè la redazione del giornale scolastico Il Cartiglio e si confrontano col tutor esterno di progetto, per conoscere gli aspetti dell'impaginazione e dell'editing di un prodotto grafico che risponde a specifiche esigenze. Fa parte integrante di questa prima fase la visita ad una stamperia.

Gli studenti partono da un briefing per capire a chi è rivolta la comunicazione, il target de IL CARTIGLIO; si definiscono i tempi, le scadenze e il budget di cui il committente dispone. Dalla raccolta dei dati si passa alle proposte di impaginazione delle diverse pagine che compongono lo stampato e gli studenti sviluppano individualmente un’ipotesi mediante la tecnica di produzione creativa denominata brainstorming, per favorire ispirazioni e nuove soluzioni. Si procede poi alla fase operativa e creativa del grafico: vengono realizzati i primi rough dell’impaginazione dei diversi fogli de IL CARTIGLIO. In seguito si passerà allo sviluppo delle idee, il concept, e verranno predisposti i primi layout finali. Ulteriori incontri con l’azienda consentiranno di valutare e selezionare le proposte più interessanti e innovative, in grado di cogliere gli obiettivi e le esigenze di comunicazione del committente. Nella fase di implementazione, le proposte selezionate verranno perfezionate e digitalizzate, per poi essere utilizzate nelle varie forme di comunicazione cartacea e, da quest’anno, anche sul web utilizzando il software fornito dallo stampatore-cliente dello studio grafico simulato.

La proposta finale ritenuta più efficace verrà consegnata al committente accompagnata da una relazione conclusiva di tipo professionale. Questo progetto di scuola impresa favorisce l'acquisizione di competenze trasversali e professionali e si conclude con un risultato concreto: la stampa e la diffusione di due numeri l'anno del giornale scolastico IL CARTIGLIO.

Obiettivi principali dell’azione: il risultato principale per gli alunni è sperimentare il lavoro di uno studio di grafica, alle prese con le esigenze reali di un vero committente, che richiede un prodotto comunicativo ben determinato, mettendo alla prova le conoscenze e competenze già acquisite in classe e apprendendo “in situazione”, con tutte le incognite e gli imprevisti che ciò comporta. Nel corso del progetto gli alunni avranno modo di interfacciarsi e di collaborare con professionisti che operano nel campo della stampa. Infine, impaginare i due numeri che usciranno nell’a.s. 2017\18 del giornalino scolastico denominato IL CARTIGLIO del LICEO ARTISTICO STATALE di VERONA, sulla base dei file definitivi consegnati alla classe dalla REDAZIONE del CARTIGLIO.

 

PRECINEMA – LA MAGIA DELL’IMMAGINE. Realizzazione di video che promuovano l'attività del Museo del Cinema di San Pietro in Cariano utilizzati all'interno del museo come supporto multimediale al percorso espositivo. Alunni: 3H 3M di audiovisivo multimediale. Durata: 44 ore Partner: Museo del Cinema di San Pietro In Cariano VR.

Descrizione sintetica dell’azione: La prima fase del progetto prevede una visita guidata al Museo del Cinema di San Pietro in Cariano. Gli studenti, guidati dal tutor esterno e dagli insegnati d’indirizzo, potranno conoscere da vicino i materiali, le invenzioni e gli strumenti presenti nella collezione, in qualche caso sperimentandone direttamente il funzionamento. Conosceranno la storia del museo e il percorso strutturato al suo interno.

La programmazione prevede delle lezioni sia teoriche che tecnico/pratiche a cura di un tutor esterno: prof. Michael Buffatti, finalizzate alla conoscenza e alla comprensione del percorso storico e tecnologico che ha permesso la nascita del cinematografo. Gli alunni, divisi in gruppi di 3 o 4 persone, devono riprodurre alcuni strumenti del Pre-cinema documentandone funzionamento e finalità attraverso materiali audiovisivi/multimediali. Le classi saranno chiamate in un secondo momento a realizzare materiale audiovisivo caricato con fini promozionali sul sito dell’Associazione Museo del Cinema, che sarà anche utilizzato all’interno del museo come supporto multimediale al percorso espositivo. Gli studenti potranno approfondire la conoscenza del cinema e maturare competenze nel campo della produzione di materiale audiovisivo destinato ad un impiego professionale.

Obiettivi principali dell’azione: Realizzare alcuni video che promuovano l’attività del Museo del Cinema di San Pietro in Cariano. I filmati si propongono come documentazione tecnico/pratica dell’evoluzione del Pre-cinema.

Il materiale audiovisivo, caricato con fini promozionali sul sito dell’Associazione, sarà inoltre utilizzato all’interno del museo come supporto multimediale al percorso espositivo.

 

RECORD.Realizzazione di un logo relativo a un progetto per prevenire e contrastare le discriminazioni razziali. Alunni classe 4G grafica. Durata: 50 ore. Partner: Associazione Le Fate Onlus.

Descrizione sintetica dell’azione: Gli studenti, operando come un vero e proprio studio di comunicazione, devono realizzare un logo per un'associazione no profit, su un tema di particolare complessità: la lotta contro la discriminazione razziale nei confronti dell'immigrato. Dovranno pertanto acquisisce la conoscenza della dimensione planetaria del fenomeno migratorio, la capacità di leggere le carte tematiche indicanti i principali flussi migratori nel mondo e in Europa. Gli alunni, lavorando in gruppi, acquisiranno le conoscenze di tematiche quali: la pragmatica della comunicazione, identità e diversità culturali: riflessioni antropologiche ed etnico-politiche nella filosofia moderna dei XVI-XVIII sec., attualizzazione di temi di cittadinanza e costituzione. Lo studente è in grado di valutare diversi contenuti del brief in modo da sviluppare correttamente l’attività progettuale. Le competenze acquisite consentono di affrontare in modo consapevole e non superficiale una progettazione nel campo della comunicazione grafica, superando la dimensione squisitamente tecnico-pratica ed assumendo un habitus ideativo idoneo.

Obiettivi principali dell’azione: Il lavoro ha innanzitutto come obiettivo quello di avvicinare gli studenti al problema delle discriminazioni etnico-raziali, e come fine ultimo quello di prevenirle e contrastarle. Il modulo introduce all’attività di pianificazione di un prodotto comunicativo in ambito grafico pubblicitario, considerato come risultato di un processo collaborativo e di coordinamento di un team di professionalità con specifiche funzioni e competenze. Analizza il ruolo dell’agenzia, i rapporti con la committenza, definisce gli obiettivi del progetto grafico attraverso il brief, arriva a realizzare “un logo” inteso come prodotto grafico richiesto da un cliente.

 

KITSCH & CHIC Dopo aver progettato tessuti sul tema KITSCH & CHIC, gli studenti approfondiscono i processi di stampa tessile industriale presso lo IED di Como, con visita all'azienda Pinto ed allestiscono un’esposizione in sala Birolli, a Verona. Alunni: 4D design moda. Durata: 50 ore. Partner:Le Officine S.r.l. Como.

Descrizione sintetica dell’azione: il progetto propone un’attività formativa costituita da un’esperienza intensiva presso l’Aula/Laboratorio Factory IED Como (Istituto Europeo di Design) e una visita presso l’Azienda Achille Pinto di Como, specializzata nella stampa digitale su tessuto. Esso comprende il completamento della progettazione da parte degli alunni dell'indirizzo design moda di tessuti ispirati al tema Kitsch & chic, stampati professionalmente dall'azienda Achille Pinto spa. Conclude l'azione la realizzazione di un evento espositivo del percorso progettuale svolto dagli studenti e dei corrispondenti tessuti stampati, che si terrà presso la Sala Birolli di Verona dal 17 al 28 marzo 2018, ed infine la prototipazione dei modelli. Questa azione consente agli studenti di entrare in contatto con il mondo dell'alta formazione artistica e delle imprese, di acquisire competenze nella progettazione di tessuti d'alta moda e di curarne l'esposizione in un evento aperto al pubblico.

Obiettivi principali dell’azione L’obiettivo principale è quello di far acquisire agli studenti la conoscenza di tecniche, processi e classi dei coloranti da stampa su tessuto a livello industriale e comprendere la differenza tra stampa artigianale e processo industriale. La visita all’Azienda Achille Pinto di Como, specializzata nella stampa digitale su tessuto, intende offrire agli studenti la possibilità di osservare la realtà produttiva industriale della stampa tessile e comprendere alcuni aspetti tecnici della stampa digitale.

Con l’evento espositivo presso la Sala Birolli si intende mostrare al pubblico il percorso del Progetto “Kitsch & Chic” attraverso la presentazione degli elaborati progettuali realizzati dagli alunni, e i corrispondenti tessuti stampati con tecnica digitale dall’Azienda Achille Pinto di Como.

 

 

TAVOLOZZE. Realizzazione di tavolozze, per sviluppare le conoscenze e le competenze nell’arte della ceramica e conoscere la realtà aziendale, i materiali e i processi di lavorazione. Alunni: 3A arti figurative. Durata 40 ore. Partner: Scuola di iconografia dell’Abbazia di Maguzzano.

Descrizione sintetica dell’azione Il modulo introduce gli studenti all’attività della creazione e produzione di un prodotto ceramico, considerato come risultato di un processo collaborativo e di coordinamento di un team di professionalità con specifiche funzioni e competenze. Analizza il ruolo dell’azienda, definisce gli obiettivi del progetto, arriva a realizzare delle tavolozze in ceramica. Gli alunni operando come un vero e proprio team all’interno di una azienda, seguiti dai docenti e dal tutor esterno aziendale, esperto del settore, facendo convergere le loro competenze, concorrono alla creazione del prodotto richiesto. Gli alunni conosceranno la realtà aziendale, i materiali e i processi di lavorazione propri della ceramica. Verrà spiegato   come si eseguono gli stampi in gesso a buona forma (o tasselli) , la preparazione dell’argilla per lo stampaggio ed il colaggio, i tempi di asciugatura, la prima cottura e l’invetriatura con la cristallina. Il percorso di scuola impresa, con la preparazione di lavori che saranno consegnati alle maestranze della Scuola di iconografia dell’Abbazia di Maguzzano, come veri e propri committenti esperti, consentono agli studenti di acquisire competenze specifiche in questo campo artistico.

Obiettivi principali dell’azione La progettazione e realizzazione di alcune tavolozze, per sviluppare le conoscenze e le competenze tecniche nell’ambito della ceramica. La conoscenza dei materiali di base, le qualità estetiche e tecniche di alcuni impasti. Le proprietà, le caratteristiche del gesso e l’utilizzo degli stampi in ceramica. Il risultato principale è imparare un procedimento utilizzato nella produzione di serie nei laboratori di ceramica, dando le competenze di base per l’inserimento nel mondo del lavoro.

 

LE QUATTRO STAGIONI – LIBRI DIDATTICI PER L’INFANZIA Creazione di un libro illustrato per bambini di 1^elementare, dalla filastrocca all’immagine. Alunni: 3L arti figurative Durata: 41 ore. In collaborazione con l’ Istituto Comprensivo 6-Scuola primaria “Camozzini”.

Descrizione sintetica dell’azione Gli alunni, operando come un vero e proprio team editoriale, progettano un libro per l'infanzia relativo al tema della Quattro Stagioni e lo presentano in un evento pubblico. La scrittura, l'illustrazione e l'editazione del libro avvengono in sinergia con una scuola primaria convenzionata, in contatto con i veri committenti: i bambini. Gli studenti saranno seguiti dai docenti e da un’insegnante della scuola partner, esperto nel settore delle scienze dell’educazione e tutor esterno di progetto. Fa parte integrante di questa azione la presentazione dell’attività a scuola e la visita alla sede scolastica partner. Gli incontri a scuola sono seguiti da esercitazioni specifiche sotto la guida degli insegnanti di Lettere, Discipline Pittoriche e Scultoree. Il programma delle attività è suddiviso in fasi. Fasi dell'azione saranno: 1. Ideazione di un testo che prevede l’analisi dei libri per ragazzi in commercio. Studio della filastrocca sul tema delle Quattro Stagioni, dei personaggi ed altri elementi. 2. Illustrazione che prevede una ricerca approfondita nel settore delle illustrazioni per l'infanzia. Inizio lavori di illustrazione, sotto la guida dell’insegnante di Discipline Pittoriche e Scultoree. Esame del lavoro svolto fino a questa fase. 3. Editing prevede la lettura degli elaborati e correzione bozze in orario curricolare ed extracurricolare con gli insegnanti di Lettere e Discipline Pittoriche. Editing finale. 4. Grafica e impaginazione del prototipo con l’insegnate di Discipline Pittoriche e individuazione di modelli preferiti di impaginazioni e copertine. Esame degli stampati e discussione. Definizione dell’impaginazione e della grafica. A conclusione del progetto è prevista una visita di una classe della Scuola Camozzini presso il Liceo Artistico, che sarà ospitata in Aula Magna per la presentazione ai bambini dei protagonisti delle storie da parte degli autori. Il percorso si conclude con letture pubbliche di alcuni brani della raccolta da parte degli allievi/autori, ai bambini presso la scuola convenzionata, organizzata in più incontri e con una presentazione pubblica del libro stampato. Le competenze professionali acquisite dagli studenti si riferiscono all'illustrazione di libri per l'infanzia, ma sono promosse anche competenze trasversali di relazione, ascolto, conoscenza del committente e delle sue problematiche specifiche.

Obiettivi principali dell’azione La creazione di un libro illustrato per bambini di prima elementare, dalla filastrocca all’immagine, per sviluppare le competenze creative di un gruppo di alunni del nostro Istituto; il presente progetto si propone di guidare, in ambiente di apprendimento con carattere laboratoriale, un team di studenti attraverso le fasi di realizzazione di un libro: ideazione, scrittura, illustrazione, editing e pubblicazione da parte di una CE. Attraverso queste aree tematiche, il progetto si propone quindi di incentivare le competenze nella scrittura e nella illustrazione. Tutto questo ponendo in prima persona i ragazzi che si troveranno ad essere autori di testi e immagini raccolti in un libro e che saranno presentati ai bambini di classe prima della Scuola Primaria “Camozzini” di Verona.

 

MYTEMPLART Realizzazione di una mostra virtuale di tre lavori per alunno tramite lo strumento MyTemplArt®. Alunni: 3B arti figurative. Durata: 53 ore. In collaborazione con MyTemplArt® s.r.l. Povegliano v.se.

Descrizione sintetica dell’azione Gli studenti sono chiamati a partecipare e organizzare una web exhibition, un web contest e un’esposizione a Verona. In particolare, gli studenti sono invitati a realizzare una mostra virtuale di massimo tre lavori per alunno tramite lo strumento MyTemplArt®. Le opere saranno digitalizzate dagli stessi studenti secondo canoni di archiviazione ufficiali, previo un periodo di formazione sull’importanza dell’attività di una corretta catalogazione e sull’utilizzo della piattaforma MyTemplArt®.

A partire da questa web exhibition, inizierà una campagna sui principali social network (Facebook, Twitter, Instagram) da parte dei giovani creativi per divulgare le proprie opere: i lavori più condivisi saranno esposti a Verona in una mostra che si svolgerà per la fine dell’anno scolastico 2018. Gli studenti saranno coinvolti nell’allestimento, nell’organizzazione e nella promozione del progetto, sotto la guida dei professori dell’Istituto e del team MyTemplArt®. Le competenze professionali maturate sono relative alla presentazione e diffusione del proprio lavoro artistico tra gli addetti ai lavori, i collezionisti, gli acquirenti.

Obiettivi principali dell’azioneIn conformità con i nuovi orientamenti europei e il quadro normativo nazionale che prevedono un impegno da parte dei sistemi di istruzione ad innalzare gli standard di qualità e il livello dei risultati di apprendimento per rispondere adeguatamente al bisogno di competenze e consentire ai giovani di inserirsi con successo nel mondo del lavoro, MyTemplArt® propone un progetto che associa periodi di formazione extra scolastica con esperienze pratiche. Il progetto intende superare l’idea di disgiunzione tra momento formativo ed operativo e ha l’obiettivo di accrescere la motivazione allo studio e di guidare i giovani nella scoperta delle vocazioni personali lavorando direttamente “sul campo”. Tale condizione garantisce un vantaggio competitivo rispetto a quanti circoscrivono la propria formazione al solo contesto teorico, offrendo nuovi stimoli all’apprendimento e valore aggiunto alla formazione della persona.

 

PROJECT INTRECCI QUOTIDIANI: impiego delle tecniche del riciclo artistico, stimolando la manualità e il pensiero creativo relativo all’impiego di materiali inusuali ed ecologici. Alunni: 3D design moda. Durata: 40 ore. In collaborazione con AteliArt snc di Ciotti & Co.

Descrizione sintetica dell’azione. Progettazione e realizzazione di accessori di “moda ecosostenibile” tramite la creazione di abiti e/o accessori realizzati con materiali alternativi al tessuto o materiale tessile utilizzando materiali di recupero, sviluppando la creatività esplorata nella nuova forma di ricerca ecocompatibile attraverso sperimentazioni .

Obiettivi principali dell’azioneIl modulo introduce agli intrecci che saranno utilizzati dagli allievi per la realizzazione del prodotto/accessorio, considerato come processo di apprendimento di un materiale inusuale. Gli allievi, pur conoscendo l’arte della tessitura, dovranno trasferire le competenze acquisite, dalla lana alla carta, passando dalla filatura. Si definiranno gli obiettivi richiesti dall’Azienda, e le aspettative finali intese come prodotto/accessorio.

 

PROGETTO TEMATICO CHIESA DEI SANTI SIRO E LIBERA: analisi storico/architettonica/urbanistica della Chiesa dei Santi Siro e Libera e produzione di materiali informativi. Alunni classi 4E e 4F architettura e ambiente. Durata: ore. In collaborazione con Opera Diocesana San Pietro Martire.
Descrizione sintetica dell’azione. L’azione prevede la realizzazione di un’analisi storico/architettonica/urbanistica delle trasformazioni tra il catasto napoleonico e austriaco della Chiesa oggetto di analisi, rilievo e studio degli ornamenti architettonici (tavole grafiche, modellazione digitale e plastico), al fine di produrre materiale destinato al progetto Verona Minor Hierusalem, che coinvolge più istituti della Città. L’azione comprende anche un’azione di formazione degli studenti e di accoglienza dei visitatori nella chiesa, con la supervisione del tutor esterno dell’ Opera Diocesana San Pietro Martire. Gli studenti maturano competenze nel campo del rilievo architettonico e della produzione di materiale illustrativo nel campo architettonico e collaborano al progetto di accoglienza dei pellegrini nelle chiese storiche della propria città.
Obiettivi principali:
Rispetto delle norme comportamentali da tenere in chiesa in fase di “ACCOGLIENZA” per condurre il visitatore alla conoscenza degli elementi da osservare, oltre che l’acquisizione di norme per la sicurezza/protezione collettiva e individuale. PROGETTO TEMATICO- Conoscenza ed analisi storico/grafico dellaCHIESA DEI SANTI SIRO E LIBERA - Analisi storico/architettonica/urbanistica delle trasformazioni tra il catasto napoleonico e austriaco, rilievo e studio degli ornamenti architettonici (tavole grafiche, modellazione digitale e plastico)
Oggetto del progetto tematico, nella parte architettonico/ambientale/ornamentale, con approccio esperienziale che permetta agli studenti di acquisire concretamente abilità spendibili nella fase operativa.
Uscite e visite a siti lavorativi (chiese, archivio di stato, biblioteca, ecc.)
Rilievi ed elaborati grafici e volumetrici in riproduzioni digitali, modellazione tradizionale, rendering fotorealistici della chiesa del PROGETTO TEMATICO identificato dai Tutor esterni ed interni dopo analisi approfondita dei temi affrontati nel percorso didattico.
La realizzazione di un percorso di “Accoglienza e sicurezza” in siti lavorativi (chiese), allo scopo di permettere agli studenti di iniziare a cogliere e riconoscere criticità, problematiche e possibilità di intervento e risoluzione delle stesse.

 

WORKSHOP CON IL DESIGNER workshop con un designer esperto; uscite presso musei ed esposizioni di design, incontro con professionisti esperti, per sperimentare il mondo del lavoro.  Alunni 3 C Design industriale. Durata ore 61. Esperto: Matteo Leorato Designer

Descrizione sintetica dell’azione Gli alunni approfondiscono con l’aiuto di un designer professionista le varie fasi della progettazione nel campo del design industriale e, lavorando in team come un vero e proprio studio di design, sviluppano i temi progettuali proposti dal tutor esterno. Integrano l’esperienza formativa esperienziale sul campo anche le uscite didattiche mirate, seguite da una rielaborazione in laboratorio ( fiera internazionale del mobile di Milano, triennale del design, fondazione Castiglioni, musei d’impresa, viaggio di istruzione a Roma ecc. )

Obiettivi principali dell’azione In contesto di alternanza scuola-lavoro si vuol offrire agli alunni concreti momenti di riflessione progettuale analizzando anche le diverse tecniche (manuali e informatiche). Con le conoscenze e abilità acquisite l’alunno matura ed accresce le proprie competenze ed esperienze didattico-professionali e relazionali.In generale l’obiettivo è la crescita culturale, la maturazione e l’esperienza diretta in alternanza scuola-lavoro dello studente, il risultato e l’innovazione reale apportati. In particolare sono i risultati concreti sviluppati a specifiche esigenze progettuali ed artistiche richieste e progettate con partner e su cui si confrontano, con varie tecniche e metodologie

 

COSTERMANO SUL GARDA - ECCELLENZA AMBIENTALE IPOTESI PROGETTUALE DI EDIFICI DI SERVIZI Collaborazione progettuale per la realizzazione di sei nuovi parchi a cura di LAND Italia, su committenza del Comune di Costermano sul Garda, al fine di riqualificare alcune aree di particolare interesse ambientale.

 

INSIEME PER COSTERMANO Realizzazione di un video per il Comune di Costermano sul Garda, nell’ambito di un progetto di riqualificazione di alcune aree di particolare interesse ambientale

 

INTERVENTI FORMATIVI in materia giuridica, di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, di educazione all’imprenditorialità, con specifico riguardo all’ambito artistico e culturale.

Descrizione sintetica dell’azione

L’azione prevede la realizzazione, sia in orario curriculare, sia in orario extracurriculare, a cura dei docenti interni di diritto ed economia, di moduli formativi rivolti alle classi del triennio del Liceo Artistico di Verona, a supporto delle azioni di scuola impresa e volte ad affinare le competenze sociali, civiche e professionali degli studenti, con particolare riguardo per le professioni creative e le diverse tipologie di contratti di lavoro. Tali moduli sono integrati con le azioni di scuola impresa e concorrono allo sviluppo delle competenze trasversali e professionali degli alunni impegnati nelle azioni 1-13.

Temi trattati:
-          Storia della legislazione relativa alla conservazione dei beni culturali e ai musei dagli Stati preunitari all’ottocento (ore 2);
-          Storia della legislazione relativa alla conservazione dei beni culturali e ai musei dal novecento ad oggi (ore 2);
-          Il furto delle opere d’arte e il mercato clandestino dell’arte (ore 2);
-          Il diritto d’autore e di brevetto, nascita ed evoluzione (ore 2);
-          Diritto all’immagine (ore 2);
-          Il diritto legato alle professioni artistiche (ore 2);
-          Tipologie di contratti di lavoro (ore 2);
-          Le professioni artistiche: lavoro autonomo e forme societarie (ore 2);
I moduli prevedono verifica conclusiva con relativa correzione.
 
Obiettivi principali dell’azione:
Affinare le competenze sociali, civiche e professionali degli studenti, con particolare riguardo per le professioni creative e le diverse tipologie di contratti di lavoro, solitamente trascurate nella formazione liceale.
 

Alcuni progetti realizzati negli anni scolastici precedenti

 

Indirizzo arti figurative (classi 3A e 3B) 

Percorso “Spiritilibri”: gli alunni in collaborazione con la casa editrice Delmiglio e il suo staff di redattori e curatori,  scrivono, illustrano, editano un libro di racconti, pubblicato dall’editore, presentato al pubblico e alla stampa in un evento/reading in una sede istituzionale della città e venduto nelle librerie.

Percorso “C’Arte”: gli alunni creano e realizzano un mazzo di carte da gioco illustrate della smorfia napoletana su committenza dell’azienda specializzata ATTIVIT s.r.l. Il percorso porta gli alunni a confrontarsi con le problematiche del lavoro su commissione, come autori consapevoli e preparati.   

Percorso “In viaggio: libri didattici per la scuola dell’infanzia”: gli alunni realizzano libri didattici illustrati ispirati al tema del viaggio e dei mezzi di trasporto, in collaborazione con la scuola dell’infanzia dell’istituto Collodi di Villafranca veronese. L’attività prevede, come in ogni redazione professionale,  la conoscenza del contesto, dei futuri fruitori dei libri, i bambini, dei docenti e degli educatori che lavorano nella scuola committente e del loro percorso formativo.

Percorso "Decorazione della scuola materna aziendale di Eurospin s.p.a."gli alunni, su commissione dell'azienda Eurospin, agendo come uno studio srtistico che si occupa di decorazione d'interni, realizza i pannelli murali per la scuola materna aziendale. 

Indirizzo Audiovisivo /Multimediale (classe 3H)

Percorso “Portfolio turistico”: gli alunni, in collaborazione con fotografo un professionista, realizzano, in parte in uno studio fotografico, in parte a scuola, in una sorta di coworking, un book fotografico per l’Ufficio Turistico del Comune di Volta Mantovana, finalizzato alla promozione e alla valorizzazione del suo territorio.

Indirizzo Design industriale (classe 3C)

Percorso “Il disegno computerizzato nell’attività del designer industriale”: gli alunni, dopo aver approfondito la conoscenza del programma software 3D “Evolve” con un esperto tutor aziendale e aver progettato un oggetto di design, realizzano, in collaborazione con un’azienda specializzata, committente e consulente, un video tutorial che illustra il percorso e mostra le potenzialità del software utilizzato, a scopo informativo e pubblicitario nel mondo web.

Percorso “Workshop con il designer”: gli alunni incontrano designer affermati allo scopo di approfondire aspetti salienti di questa professione.

Indirizzo Grafica (classe 3G)

Percorso “Studio 3G: realizzazione di un logo per l’azienda Chinesis”: gli alunni, operando come una vera e propria agenzia pubblicitaria, realizzano un nuovo logo per  il Centro Chinesis, azienda che si occupa di scienze motorie, postura  e riabilitazione, sulla base dell’analisi delle esigenze e della mission aziendale da parte degli alunni e interpretando un’esigenza di innovazione e cambiamento da parte dell’azienda stessa.

Seguiti dai docenti e da un professionista art director, esperto nel settore della comunicazione visiva e tutor esterno di progetto,  incontrano il committente per conoscere la realtà aziendale e raccogliere le sue richieste ed esigenze di innovazione.

Fa parte integrante di questa prima fase la visita in azienda, per comprendere a fondo la realtà professionale specifica e le esigenze di cambiamento e innovazione espresse dal cliente. Gli studenti, con il loro lavoro, sono chiamati a interpretare professionalmente le richieste del cliente, dando una nuova immagine al brand della ditta. Nel corso del progetto gli alunni hanno modo di interfacciarsi e di collaborare con professionisti che operano nel campo della grafica pubblicitaria e della stampa.

Indirizzo di Design moda (classe 3D)

Percorso “Africamente”: gli alunni, in collaborazione con l’azienda “Reart”, progettano tessuti tecnici ispirati ad alcuni pezzi originali e preziosi di tessuti africani di antiquariato, illustrati e messi a disposizione da un esperto collezionista. Il percorso proseguirà nella classe quarta con la progettazione, a partire da questi tessuti “techno”, di capi di abbigliamento “fashion” per praticare l’atletica femminile (body, leggins ecc.) che saranno proposti ad aziende produttrici. Il percorso prevede anche visite in aziende di moda e la collaborazione con esperti nel campo della stampa tessile.

Indirizzo scenografia (classe 3I)

Percorso “Teatro in classe”: gli alunni progettano e mettono in scena in un teatro cittadino (Teatro Ristori) uno spettacolo originale di teatro e danza, in cui gli alunni sono coinvolti, anche sulla base delle competenze di indirizzo 

  • nella preparazione, attraverso la partecipazione a incontri formativi presso l’Ente Lirico di Verona e l’Accademia di Belle Arti di Verona;
  • nella progettazione e realizzazione di scenografie, anche multimediali;
  • nell’adattamento di un testo del repertorio shakespeariano: “Baci proibiti: Romeo e Giulietta ovvero innamorarsi contro il volere degli altri” alla luce di un approfondimento della produzione di Shakespeare e del teatro elisabettiano;
  • nella realizzazione dello spettacolo con compiti diversi: costumisti, scenografi, tecnici delle luci, attori, ballerini, tecnici di scena, aiuto registi ecc. con la supervisione dei docenti e di una regista esperta;
  • nella progettazione e realizzazione di tutta la parte comunicativa e pubblicitaria (ideazione del logo, del manifesto, delle locandine, dello spot/trailer ecc.)
  • nella sperimentazione dell’utilizzo di scenografie multimediali, anche con l’impiego di proiettori specifici di ultima generazione, in modo da favorire la creatività e l’innovazione.

Il percorso si attua in collaborazione con l’ Associazione DIAPASONDANZATEATRO, in particolare la regista e coreografa Franca Bosella, l’Ente Lirico di Verona per la realizzazione di incontri formativi rivolti agli alunni presso il Teatro Filarmonico di Verona, allo scopo di assistere alla messa in scena e alla prova generale di alcuni spettacoli, l’Accademia di belle Arti di Verona, per la realizzazione di incontri formativi rivolti agli alunni su temi riguardanti la scenografia (trucco di scena, scenografia multimediale, scenografia e regia ecc.).

Indirizzo Architettura e ambiente (classi 3E – 3F)

Percorso “Riqualificazione ambientale e funzionale di spazi dell’antico monastero di Sezano”: gli alunni, in convenzione con il Monastero del bene Comune di Sezano e di esperti del settore realizzano  un progetto di riqualificazione ambientale e funzionale di spazi dell’antico monastero di Sezano – Verona. Il progetto rientra a pieno titolo nelle competenze di cittadinanza europea in quanto si ripropone di formare gli alunni sulle problematiche del recupero ambientale e della valorizzazione del nostro patrimonio e delle nostre tradizioni in una prospettiva interculturale.

Riarchitettura - Scuola in Cantiere: il percorso intende portare la didattica fuori dall’aula, nel mondo del lavoro, in cantiere, dove lo studente deve prendere “coscienza” delle problematica ed esso collegate e diventare un “lavoratore istruito”. In convenzione con ESEV.

Percorso “Riqualificazione ambientale e funzionale di edifici e luoghi tipici della Lessinia”: in collaborazione e convenzione con la Comunità Montana della Lessinia, il percorsointende portare lo studente alla conoscenza del territorio della Lessinia riconoscendo negli aspetti geografici, ecologici e territoriali la propria identità e  salvaguardandoli attraverso progetti di valorizzazione e recupero di alcune strutture architettoniche e urbanistiche esistenti.